# Corso ordinario

 

# Psicologia

# LA PSICOLOGIA NELLA LETTERATURA ITALIANA DEL NOVECENTO

# Dott.ssa Patrizia Pasquali - Psicologa Psicoterapeuta

Dopo l'apprezzamento per le trasmissioni radiofoniche dal titolo Letteratura e Vita, l'Università del Tempo Libero propone sotto forma di lezione di psicologia, i classici della letteratura.

Si vuole affrontare alcuni temi psicologici a partire da alcuni classici della letteratura italiana del Novecento.

L'obiettivo è quindi duplice: -informativo-culturale: scoprire opere letterarie per arricchire il bagaglio di conoscenze; - formativo: anche un libro di letteratura può offrire spunti di riflessione sulle dinamiche psicologiche, sulla vita interiore degli esseri umani definendo la natura dei disagi e le possibili vie di soluzione. Kafka affermava "bisogna a volte avere dei libri che siano come picozze, che martellino nel nostro cervello, picchiando in profondità facendoci interrogare su noi stessi, costringendoci a guardare dentro di noi".

Ogni lezione inizia con un breve cenno alla biografia dell'autore e alla trama del racconto. Si affronteranno successivamente alcuni temi psicologici suscitati dal libro in cui i partecipanti sono invitati a riflettere attraverso un ascolto e scambio di riflessioni personali.

1) Una donna di Sibilla Aleramo. La femminilità e la maternità. La relazione madre-figlio.

2) L'isola di Arturo di Elsa Morante. Il mondo maschile e la paternità. La relazione padre-figlio.

3) Il Barone Rampante di Italo Calvino. La formazione del sé. Il processo di individuazione. Essere se stessi nonostante tutto.

4) La Coscienza di Zeno di Italo Svevo. La patologia del sé. La dipendenza. La cura psicanalitica.

5) Don Camillo di Giovannino Guareschi. Il conflitto interpersonale. La resilienza. Ciò che vince nella vita.

Costo € 30 – 5 appuntamenti da due ore